Jean Todt

Assomiglia un po’ ad Alvaro Vitali, diventato famoso per aver interpretato per diversi anni Pierino, l’alunno discolo della televisione italiana degli anni ’70, dalla faccia un po’ grassottella ma dal sorriso contagioso, Todt è stato amministratore delegato della Ferrari e direttore della Scuderia Ferrari, fino a quanto è diventato presidente della FIA nel 2009, carica che detiene ancora oggi.

Di aneddoti divertenti su Jean Todt se ne possono trovare davvero tanti, come quello che ha ricordato Francesco Perlini, imprenditore del veronese che realizza camion, che ha riportato alla mente la Dakar del 1991, cui ha preso parte a soli 27 anni. Primo con 16 ore di vantaggio, ha avuto la sfortuna di vedersi rompere una sospensione, e lui non aveva pezzi di ricambio a bordo. In quell’occasione, a fine gara, Todt gli disse “Cheapeu monsier Perlini”, ad indicare la sua bravura in gara.

Oppure di quella volta che Alesi e Berger, allora piloti Ferrari, per ingannare l’attesa del loro capo, decisero di prendere il prestito una Y10 che era parcheggiata a bordo pista e fare alcuni giri. Tra una sterzata e l’altra, una tirata di freno a mano e l’altra, la macchina ha perso aderenza e si capottata. I due piloti sono usciti praticamente illesi, portati in ospedale per accertamenti. Peccato che solo dopo seppero che quell’auto era di Todt.

Altro aneddoto particolare, che ha raccontato Jean Todt in seguito, si riferisce al 1993, anno in cui egli incontrò in gran segreto Ayrton Senna, cercando di farlo arrivare in Ferrari. Una delle cose stupì il francese era la voglia del brasiliano di voler entrare in Ferrari nonostante il fatto che in quegli anni le cose per la rossa stavano andando davvero male. Poi, purtroppo, tutti sappiamo come è andata, il brasiliano ci ha lasciato nel 1994.

Ad oggi, Jean Todt è uno degli uomini più importanti nella storia della Formula 1, un vero e proprio intenditore. A lui, infatti, si deve l’arrivo di Schumacher in Ferrari, i cinque mondiali di seguito del tedesco e i sei titoli costruttori, record che, ad oggi, non sono ancora stati eguagliati.